Login

Username:

Password:



Menu

Archivi

Le tecnologie

Secondo quanto stabilito dal progetto esecutivo, individuati i siti territoriali di interesse quali dighe, eventi franosi, strutture scioviarie, imprese locali, sedi comunali e scuole, verrà realizzata una rete a larga banda che consenta la copertura dell’intera area delle Valli Orco e Soana (che a tutt’oggi rimane uno fra i territori regionali dal più elevato “digital divide”) nonché la realizzazione di una specifica sperimentazione di tecnologie emergenti e complementari (DVB-T, DVB-H, DVB-S e Shared Access DSL).
Sul territorio della valle Orco è attualmente presente una rete in fibra ottica a 1Gb/s che collega le sedi delle centrali idroelettriche AEM. I comuni di interesse per il progetto dove sono presenti tali centrali ed è quindi disponibile la connessione alla dorsale in fibra ottica sono:

  • Pont Canavese
  • Bardonetto
  • Rosone
  • Teleccio

AEM ha messo a disposizione del progetto una coppia di fibre ottiche tra ciascuna delle quattro sedi.
Sempre appoggiandosi sull’infrastruttura in fibra ottica già utilizzata da AEM sarà possibile l’interconnessione con Torino: la sede AEM di Rosone infatti è connessa con quella del Martinetto tramite un collegamento in fibra ottica a 1Gb/s. Su tale link, sarà creata una VLAN dedicata al progetto con una larghezza di banda di 100Mb/s.
Tale valore di banda sarà utilizzato sia per il trasporto delle comunicazioni dati sia per la trasmissione dei flussi per il servizio DVB-T/H che verrà avviato in via sperimentale sui comuni di Pont Canavese e Locana. L’interconnessione con Internet, avverrà tramite il nodo TOP-IX di Torino e sarà garantita da AEM2NET, l’operatore che gestisce la connettività di AEM verso Internet e che è già attestato sul NAP torinese.
La rete di contribuzione che porterà connettività alle valli verrà realizzata spillando il segnale dalla dorsale in fibra ottica, dove quest’ultima è presente, che sarà trasmesso in ponte radio con tecnologia HiperLAN2 appoggiandosi ai tralicci già presenti sul territorio e di proprietà della Comunità Montana.
I comuni e gli altri punti di interesse delle valli saranno connessi in ponte radio tramite la rete di accesso realizzata anche in questo caso con tecnologia HiperLAN2.
È prevista infine la realizzazione di hot-spot locali con tecnologia wi-fi, sia per consentire la connessione a quei siti non in visibilità diretta con la rete di accesso, sia per creare zone di connessione wireless in punti di pubblico interesse.

Mappa sperimentale interattiva

VOS-GoogleMaps

Clicca sull'immagine
per la mappa sperimentale interattiva del dimostratore



Documentazione

Powered by CSP on WordPress | Personalized on Anthosia3c theme | Credits